Efficienza energetica – detrazioni 2018

Le detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente (istituite con legge finanziaria 296/2006) che, in seguito alla pubblicazione (nella Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2017) della Legge n. 205 del 27 dicembre 2017 (Legge di Bilancio 2018), sono prorogate nella misura del 65% fino al 31 dicembre 2018 e per gli interventi realizzati su parti comuni di edifici condominiali (nella misura del 65%; 70%; 75%, 80% e 85%), sino al 31 dicembre 2021.
Per tutte le informazioni sulle detrazioni stesse consultare il portale informativo: http://efficienzaenergetica.acs.enea.it 

SERRAMENTI
E’ AGEVOLABILE LA SOSTITUZIONE DI FINESTRE COMPRENSIVE DI INFISSI, DELIMITANTI IL
VOLUME RISCALDATO VERSO L’ESTERNO E VERSO VANI NON RISCALDATI CHE RISPETTANO I
REQUISITI DI TRASMITTANZA TERMICA U, (W/m2
K), RIPORTATI IN TABELLA 2 del D.M. 26
gennaio 2010.


CHI PUÒ ACCEDERE:
tutti i contribuenti che:
– sostengono le spese di riqualificazione energetica;
– posseggono un diritto reale sulle unità immobiliari costituenti l’edificio.

PER QUALI EDIFICI:
– alla data della richiesta di detrazione, devono essere “esistenti” ossia accatastati o con richiesta di accatastamento in corso e in regola con il pagamento di eventuali tributi;
devono essere dotati di impianto termico, come definito dalla FAQ n.24 (http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/faq.pdf).


ENTITÀ DEL BENEFICIO:
è possibile detrarre il 50% delle spese totali sostenute dal 1.1.2018 al 31.12.2018; per un limite massimo di detrazione ammissibile di 60.000 € per unità immobiliare.


Pensiamo noi a produrre e presentare la necessaria documentazione. 


Necessitiamo dei seguenti dati:

  1. Ubicazione dell’edificio (in alternativa i dati catastali)
  2. L’anno di costruzione
  3. I dati anagrafici del proprietario o avente diritto alla detrazione
  4. La destinazione d’uso dell’edificio, se residenziale od altro
  5. La tipologia edilizia, es.: costruzione isolata, mono o plurifamigliare
  6. Superficie utile riscaldata in mq
  7. Numero unità immobiliari che compongono l’edificio
  8. Impianto termico esistente(*)

Clicca sulle immagini per ingrandire

(*)  1 – Tipo di impianto 

(*) 2 – Terminali di erogazione del calore

(*) 3 – Tipo di distribuzione

(*) 4 – Tipo di regolazione

(*) 5 – Tipo e numero di generatori presenti

(*) 6/8 – Vettore energetico prevalentemente utilizzato, presenza dell’impianto di condizionamento estivo, eventuali interventi di manutenzione straordinaria o ristrutturazione